sabato 12 gennaio 2013

Quello sporco tunnel che conduce al mare,ovvero due foto e due parole sulla mia città

L’altro ieri sono andato in un negozio a pochi minuti da casa.Per raggiungerlo bisogna attraversare un sottopassaggio pedonale che taglia viale R.S.,una grande arteria stradale della città… lo spettacolo che si presenta è sempre lo stesso se non peggio…uno dei tanti motivi che mi scatenano un grande odio per la mia città.








Non voglio star qui a farmi ed a fare 2 pelotas così parlando di problemi cittadini,di munnizza ( immondizia) per non parlare del problema dei problemi , parlo della mafia …You know ?,o forse era il trrraffico ?
Insomma voglio dire che ognuno vive a proprio modo il luogo in cui è nato, soprattutto se ci vive per molti anni.Personalmente il  desiderio di andare via mi ha sempre accompagnato, a volte l’ho assecondato  per periodi più o meno lunghi.Ma temo che il mio rapporto con Palermo e la Sicilia più in generale sarà sempre fatto di odio/amore.
  Poi vado a Mondello ( spesso d’inverno) e per un po’  prevale l’amour…  


( queste prime 3 foto non sono mie.le altre si )







7 commenti:

  1. Titolo che neanche Lina Wertmuller...

    RispondiElimina
  2. Che spettacolo naturale la Sicilia. Peccato che ci siano alcuni siciliani che la insozzano. Splendide le foto. ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fer ! Purtroppo è così...ciao

      Elimina
  3. Facciamo a cambio, Badit ? Ti lascio la periferia nord di Milano e mi prendo il sottopasso di Palermo, che è sporco, ma conduce al mare. Affare fatto ? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Black,non la cambierei ! :) la tua bella,legittima,sottile ironia mi fa pensare al mio anno passato a Bareggio per lavoro,e le decine di volte che ho vissuto per mesi a Milano negli anni del liceo...ricordo la via: Mambretti...infatti quando mi scatta l'odio di cui parlavo mi domando subito dopo...per andare dove? :)

      Elimina
  4. L'incuria è una cosa bruttissima..in particolare quando si indicono gare d'appalto milionarie..che peccato..è una tristezza vedere pezzi di città deturpati e abbandonati..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La rabbia è proprio questa...la si vive a livello locale..come a livello nazionale...

      Elimina